home / la giuria / Vincenzo Cazzato
 

Sezioni correlate

Mappa: cerca per regione scegliendo dalla cartina qui sopra

cerca

Il Parco del Giorno

Villa Taverna

Villa Taverna è un’antica Canonica del XII sec., divenuta poi dimora gentilizia. 

» approfondimento


Vincenzo Cazzato

Nato a Presicce (Lecce) nel 1951, è professore ordinario di Storia dell’Architettura presso la Facoltà di Beni Culturali dell’Università di Lecce, dove insegna anche “Arte dei giardini” e “Architettura del paesaggio”. Dal 1981 al 2001 ha prestato servizio presso l’Ufficio Studi del Ministero per i beni e le attività culturali con il ruolo di architetto direttore coordinatore. 

Partecipa ai programmi nazionali “Arte e cultura nell’Italia del Seicento” e “Centri e periferie del Barocco”, che ha interagito con i programmi internazionali pluriennali “Les espaces du Baroque” (Unesco) e “Les routes du Baroque” (Consiglio d'Europa"). 

Ha curato l’organizzazione di convegni, seminari, giornate di studio, nonché di mostre, fornendo la propria collaborazione scientifica e organizzativa anche nell'ambito delle attività di alcuni Comitati nazionali. 

Consulente del Ministero per i beni e le attività culturali, è coordinatore del Comitato nazionale per lo studio e la conservazione dei giardini storici sin dalla sua costituzione nel 1982, nonché del Centro di Studi sul Barocco di Lecce; “Chargé de recherche” presso il Centro di Studi sulla Cultura e l’Immagine di Roma. 

Dal 2009 è membro onorario dell’AIAPP (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio). È stato responsabile scientifico della collana “Quaderni” del Ministero; attualmente dirige le collane “Architettura e città” e “Studi e documenti” (Congedo), “Natura e artificio” (Gangemi, con M. Fagiolo). 

Due volte vincitore del Premio Grinzane Cavour-Giardini Botanici Hanbury nel 1999 e nel 2005.Ha scritto libri e pubblicato saggi sulla storia dei giardini, sul barocco nell’Italia meridionale, sull’architettura effimera, sulle utopie, sui problemi della tutela e della conservazione dei beni culturali. 

Fra i principali volumi sul tema del giardino: Tutela dei giardini storici: bilanci e prospettive, Roma 1989; Parchi e giardini storici: conoscenza, tutela e valorizzazione, cat. Mostra (Padula, 8 giugno-29 settembre 1991), Roma 1991; Ville, parchi e giardini. Per un atlante del patrimonio vincolato, Roma 1992; Teatri di verzura. La scena del giardino dal Barocco al Novecento, Firenze 1993 (con M. Fagiolo e M. A. Giusti); Lo specchio del Paradiso. Giardino e teatro dall'antico al Novecento (con M. Fagiolo e M.A. Giusti), Cinisello Balsamo 1997; La memoria, il tempo, la storia nel giardino italiano fra '800 e '900, Roma 1999; Atlante delle grotte e dei ninfei in Italia, 2 voll., Milano 2001-2002 (con M. Fagiolo e M.A. Giusti); Ville e giardini italiani: I disegni di architetti e paesaggisti dell’American Academy in Rome, Roma, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, 2004. 

Di recente pubblicazione è l’Atlante del giardino italiano 1750-1940: un dizionario biografico di circa 1200 pagine (in due volumi) comprendente oltre 1500 voci di architetti, giardinieri, botanici, committenti, letterati e altri protagonisti (Roma, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, 2009).