home / i parchi / Villa della Regina
 

Giardini nelle vicinanze


Castello di Pralormo


Il giardino di stile inglese e di gusto profondamente romantico, contrappon... continua » 

Parco del Castello di Masino


Monumentale parco romantico che domina la pianura Canavese.  continua » 

Venaria Reale


La Venaria Reale, uno dei più significativi esempi dello splendore d... continua » 
cerca
Galleria fotografica

Villa della Regina

Villa della Regina

Strada Comunale Santa Margherita, 79 Torino (Torino)

http://polomusealepiemonte.beniculturali.it/index.php/musei-e-luoghi-della-cultura/villa-della-regin

La Villa della Regina è una villa seicentesca situata sulla collina di Torino. Costruita per volere del cardinale Maurizio di Savoia, fa parte delle Residenze sabaude in Piemonte. Deve il suo nome al fatto di essere stata la dimora prediletta di due consorti dei Re di Sardegna, Anna Maria di Orléans e Maria Antonia Ferdinanda di Spagna. 

La struttura è tipicamente seicentesca con un celebre giardino all'italiana ad anfiteatro nel retro. Una volta percorso il viale di accesso, si ha di fronte l'antistante piazza-terrazza ellittica (il cosiddetto Gran Rondeau), ovvero una doppia scala con fontana centrale di 20 m di diametro. Dentro la fontana trova posto una scultura in marmo del dio Nettuno seduto, mentre ai suoi bordi giacciono 11 statue di divinità fluviali. 

Lo scenografico Gran Rondeau permette di salire ad un piazzale di forma rettangolare che termina al fondo con uno scalone a tenaglia e una vasca centrata più piccola della precedente, detta Vasca della Sirena perché contiene una statua in marmo della Sirena. Il corpo centrale della facciata principale del palazzo è in posizione leggermente avanzata rispetto ai due padiglioni laterali che lo affiancano. Il tetto della facciata centrale è coronato da una balaustra a forma di U con 6 grandi statue. Dietro il palazzo si estende, scavato nella collina, un vasto giardino emiciclico su 3 livelli suddivisi da filari di siepi di bosso. 

Dal corpo centrale della facciata retrostante si sviluppa un'esedra semicircolare che racchiude una piccola vasca quadrilobata in marmo. L'ambiente dell'esedra è delimitato da un muro semicircolare su cui sono scavate 20 nicchie quasi tutte adorne di statue. Nel mezzo del muro che circoscrive l'esedra, in corrispondenza di due obelischi, si apre una scalinata che porta ad un'ulteriore vasca prospiciente la Grotta del Re Selvaggio. 

Questa non è nient'altro che un parallelepipedo di marmo diviso in tre parti e decorato al suo interno con specchiature e pietre policrome; al fondo della galleria mediana troneggia la statua del Re Selvaggio. Superata la Grotta, la scalinata prosegue verso il culmine centrale dell'anfiteatro: si tratta del Belvedere superiore, alla cui base sorge la circolare Fontana del Mascherone. 

La fontana alimenta dall'alto la cosiddetta Cascatella della Naiade, in pratica una modesta cascata a gradini di pietra paralleli che affianca la scalinata e conduce l'acqua verso le fontane sottostanti tramite un sistema di canalizzazioni. Il Belvedere superiore domina invece dall'alto palazzo e giardino ed è la costruzione più elevata della Villa della Regina. 

All'estremità Sud della Villa (a destra della facciata principale) sorge il già citato Padiglione dei Solinghi, una costruzione a due piani isolata e seminascosta dal bosco circostante. L'acqua che alimenta dall'alto verso il basso il circuito delle vasche e fontane è attinta da varie sorgenti naturali nella collina circostante. A coronamento del giardino si estende un grande bosco.

Ingresso

L’ingresso è gratuito. Una visita guidata è prevista dal martedì al sabato alle 11.


Apertura

La Residenza è aperta al pubblico dal martedì alla domenica con il seguente orario: 

- Dal 1 gennaio al 28 febbraio dalle ore 10,00 alle 16,00 (ultimo ingresso alle ore 15,00) 
- Dal 1 marzo al 30 novembre dalle ore 10,00 alle ore 17,00 (ultimo ingresso alle ore 16,00) 
- L’ingresso è gratuito e il nostro percorso di visita comprende la visione di un filmato storico- artistico sulla Residenza e la visita degli appartamenti reali al piano nobile.


Altre segnalazioni

Altre segnalazioni


Mappa